mercoledì 14 settembre 2011

Vendi tua figlia.

Una telefonata convulsa, non riesco a capire bene neanche il nome. Sono fuori , i rumori della strada non aiutano. Capisco che il numero mio gliel'ha dato una conoscenza comune ma mi sembra non sappia neanche lei cosa vuole da me. Mi dice che viene da un paese dell'est, che ha una bimba di 4 anni, che è ragazza madre e è molto scoraggiata. Le hanno detto di chiamarmi.. Su due piedi non so cosa dirle perchè non capisco bene cosa cerchi; fissiamo un appuntamento per la sera per parlare con comodo. Mi richiama lei, verso le 21.
Quando ormai si avvicina l'ora fissata mi arrivano una sequenza di tre sms in cui mi dice che è scoraggiata che è arrivata a un punto che non sa più cosa fare perchè tutto è inutile. Capisco che il livello di disperazione è ai limiti. Chiedo di darmi un numero fisso, la richiamo io così non le faccio spendere soldi sul cell.
Sono le 21, puntuale telefono, risponde e inizia a parlare di fretta, un misto di angoscia, pianto, rabbia. Mi spiega che la sua famiglia l'ha ripudiata perchè è una vergogna che abbia tenuto la figlia piuttosto che abortirla; il padre della bambina era violento la picchiava, è finita in ospedale, lui in carcere e poi non si sono più incontrati - per fortuna, penso io -. Ascolto ancora. Ha passato sei mesi in una casa di accoglienza nella città in cui si trova, Pescara, dove hanno provato a molestare la bimba. Di centri di accoglienza, ovviamente, non vuol più sentirne parlare. Non riesce a trovare lavoro perchè la città è piccola ha solo un lavoretto a ore ma il grande problema è come collocare la bambina: ha provato a lavorare in un supermercato ma per arrivarci doveva uscire alle 5.30..chi teneva la piccola? Le chiedo di pensare se sia il caso trasferirsi, venire magari a Roma dove io posso aiutarla. Purtroppo a Pescara non conosco nessuno, non so come muovermi e come indirizzarla.
E lì la doccia fredda:
"sai signora, ci sono qui delle persone che mi dicono tutti i giorni che ho 31 anni, posso rifarmi una vita, basta che io lasci loro la bambina, mi danno dei soldi e poi io posso stare tranquilla...ma come faccio, è la mia vita.."
Scoppia a piangere. Sono allucinata: le hanno proposto di vendere la bambina, approfittando della sua povertà. Le chiedo di darmi qualche giorno, una settimana per trovare un contatto vicino Pescara.
Non si può proprio sopportare questa cosa. Ho bisogno di aiuto per aiutarla.

9 commenti:

Mamma Clara ha detto...

Oh santo Dio!!!! Io non conosco nessuno a Pescara ma passo parola!!!

Laura Ru ha detto...

Non è minimamente interessata a trasferirsi a Roma?

ilovemymom ha detto...

no, sembra di no..è decisamente spaventata pensa che almeno a Pescara conosce qualcuno a Roma no. (belle conoscenze tra parentesi eh..)

Laura Ru ha detto...

Accidenti! Proverò col passaparola ma non conosco proprio nessuno a Pescara. Qualora volesse venire a Roma, tienimi presente per un possibile aiuto.
Grazie
Laura

Laura Ru ha detto...

ps: scusami non ti ho lasciato nessun contatto.
laurarugg@msn.com

ilovemymom ha detto...

ti ringrazio molto! sto cercando dei contatti a Pescara. Forse se inizia a vedere intorno persone interessate positivamente a lei, e non a sfruttarla inizia a fidarsi..

Laura Ru ha detto...

Grazie di che!!! E' il minimo. Ho visto su internet vari centri, questo è associato anche ad una ludoteca, purtroppo non posso far di più, magari chiamando, perchè non ho che una vaga idea della storia della ragazza, perciò non posso neanche valutare i requisiti per l'accoglienza, però ti lascio il link con i numeri e in giornata deve chiAMarmi una ragazza che conosce delle persone a Pescara, ma finchè non la sento non mi pronuncio.
http://www.cespe.net/sito/index.php?option=com_content&view=article&id=101&Itemid=206

Sto visionando vari siti e correggimi se sbaglio, ma prima del lavoro bisognerebbe trovare innanzitutto un centro assistenziale o una famiglia che la accolga provvisoriamente, magari tramite le parrocchie del luogo; successivamente una ludoteca o qualcuno che si occupi della bimba gratuitamente e sulla base degli orari in cui la bimba sia insieme a qualcun'altro, solo allora ricercare un lavoro.
Per la bimba si potrebbe provare A CONTAttare tramite forum come alf, quelle mamme che accolgono a pagamento fino a 5 bimbi nella loro casa e provare a vedere se terrebbero una bimba dilazionando le rate o magari evitando alla mamma il pagamento nei primissimi tempi per poi saldare in seguito.

Scusami se ti scrivo qui ma non so proprio dove inviarti le info. PEr qualsiasi consa hai la mia mail che, bimbe permettendo, leggo direttamente dal cellulare perciò con facilità, più volte al giorno.
Buona giornata,
Laura

Laura Ru ha detto...

Ultime news, la ragazza che ha contatti a Pescara attende una mia hiamata con maggiori info per saper meglio come e a chi indirizzarvi. Eventualmente potrei metterti in contatto direttamente con lei, attendo tue notizie per mail.
Laura

ilovemymom ha detto...

ti ho risposto via email. :) da qualche parte qualcosa dovrà muoversi, prima o poi! ;)

Posta un commento